Il 4 marzo è stato celebrato a livello internazionale l’Open Data Day e Innovazione Digitale anche in Italia si sono svolte numerose iniziative “dedicate a sviluppare la cultura e la pratica della trasparenza, della partecipazione e dell’accountability sia nelle amministrazioni pubbliche che nella società” per un’innovazione digitale.

Il programma nazionale è qui.

Si è ritenuto centrale avviare iniziative per

“contribuire ad accelerare i processi di apertura delle amministrazioni …a favorire l’esercizio dei diritti di cittadinanza digitale..” insomma l’humus che sembra mancare in Italia !

(cit. Avv. Ernesto Belisario)

Noi di AIM, siamo stati tra i protagonisti dell’Open Data Day 2017 a Firenze, giornata co-organizzata da: Regione Toscana, Comune di Firenze, Città Metropolitana di Firenze, Università degli Studi di Firenze, Confservizi Cispel Toscana, durante la quale si è discusso di come utilizzare gli Open Data in contesti educativi, professionali ed economici.

Obiettivo della giornata, pienamente raggiunto è stato:
“Mettere a sistema dati, strumenti e risorse per promuovere servizi digitali più funzionali, efficienti ed accessibili col fine di migliorare la vita dei cittadini e dare benefici (organizzativi, economici, gestionali) a tutti i soggetti coinvolti”

E’ stata un’occasione unica per parlare di Open Data con chi li produce, chi li analizza, chi li usa, come noi di AIM, per farne applicazioni che aiutano a comprendere meglio le peculiarità del territorio e per i cittadini stessi.

In estrema sintesi è emerso che c’è coscienza sugli open data del territorio da parte degli addetti ai lavori ma scarsa conoscenza da parte della società civile…secondo noi solo con applicazioni concrete ed utili per la cittadinanza possiamo ridurre questo gap ed è proprio questo il nostro compito!

Naturalmente noi di AIM, siamo in prima linea per affrontare e superare la principale problematica degli Open Data che è: la disomogeneità del dato sui vari territori.

Per AIM è stata un’occasione fondamentale per confrontarci sulla piattaforma da noi realizzata, Skanner, il primo motore per la ricerca, la valutazione e l’indagine immobiliare già operativo e disponibile all’indirizzo www.skanner.it che vogliamo arricchire con altri dati statistici per soddisfare le esigenze dei cittadini e dei professionisti.

Abbiamo ricevuto ottimi riscontri perché Skanner ha una navigazione intuitiva su mappa che rende possibile esplorare il territorio ed accedere alle informazioni immobiliari di dettaglio: conoscere il valore di un immobile per valutare l’acquisto o la locazione, scoprire il proprietario di un edificio, verificare i dati ufficiali e tutte le caratteristiche del bene, comprese eventuali ipoteche.

Skanner si evolverà presto…Stay tuned!

ARTICOLI CORRELATI

Nuovi incentivi ai Comuni per il rilascio di Open Data

31 marzo 2015

Progetti di marketing e comunicazione nell’era dei Big Data

30 ottobre 2014

E’ necessario il “professionista del dato” – Linked data e Mash up

4 marzo 2014