E’ da pochi giorni che è veicolata la notizia: Chicago è all’avanguardia nella raccolta dei dati sulla vita quotidiana, la struttura, i movimenti, le abitudini, le criticità. Un enorme potenziale di conoscenza che sta aiutando amministratori e cittadini a governare e vivere meglio. Una quantità di dati che vengono immagazzinati, analizzati, elaborati per creare servizi che rendono Chicago una città “smart”.

Ma cosa c’entra tutto questo con il marketing ed i Big Data?

Crediamo che acquisire dati grezzi provenienti da fonti diverse, generare connessioni (tecniche di mash-up) ci consentano di creare servizi interessanti per i nostri clienti che operano in differenti ambiti, come ad esempio servizi a supporto della comunicazione e del marketing per una conoscenza e segmentazione del territorio.
AIM attraverso l’acquisizione dei dati da fonti aperte o privati (Open Data, Big Data), la loro elaborazione e collegamento (Linked Data) ti aiuta ad ottenere informazioni completamente nuove e quindi conoscenza. Tutto questo percorso consente di avere una fotografia delle caratteristiche del territorio dal punto di vista competitività, qualità della vita, contesto Sociale, e molto altro.
Vuoi saperne di più? Compila la form Contatti.

ARTICOLI CORRELATI

Open Data Day e Innovazione Digitale

20 marzo 2017

E’ necessario il “professionista del dato” – Linked data e Mash up

4 marzo 2014

Mobile app, nuova frontiera del marketing

6 febbraio 2013