Di realtà Aumentata ormai sono anni che se ne parla, godere dell’applicazione della realtà aumentata sfruttando il cellulare smartphone e la sua fotocamera, per inquadrare il mondo reale rendendolo interattivo sullo schermo del telefonino è divertente.
La Realtà Aumentata fa passi da gigante ogni giorno diventando sempre più una tecnologia di massa in differenti settori, ma le aziende dove sono? possono fare business con questo sistema ma forse sta a noi sensibilizzarli e presentare progetti ed evidenziare tutte le opportunità che questa innovazione dà loro.

Nel “lontano” 2012, noi di AIM scegliemmo Aurasma per creare soluzioni in campo immobiliare e nell’editoria ma questa soluzione non si è rivelata ottimale sia nella fase di integrazione sia di preventivo. In particolare è risultato difficoltoso poter fornire un esatto preventivo al cliente poichè la politica di pricing di Aurasma non è trasparente e richiede offerte ad hoc e, spesso con tempi di risposta troppo lunghi.  A nostro avviso sono una struttura orientata a grandi aziende.

Sempre attenti alle nuove tecnologie e soprattutto alle evoluzioni di piattaforme per soluzioni Mobile, noi di AIM oggi riteniamo interessante il framework Wikitude, dove abbiamo fatto un ottimo lavoro, molto versatile e con performanti funzioni di riconoscimento delle immagini sia oggetti del mondo reale sia foto o tag/QrCode.

Attenzione! Noi non abbiamo puntato solo alle sue caratteristiche di riconoscimento immagini ma soprattutto, Wikitude risulta più flessibile e con possibilità di integrazione con il sistema informativo del cliente, ciò consente di creare progetti per Aziende che hanno database di immagini proprietari, anche consistente e che desiderano fornire soluzioni innovative B2B o B2C in mobilità.

Siamo pronti per realizzare con voi nuove soluzioni e prodotti per un Marketing efficace..parliamone!

ARTICOLI CORRELATI

App per le operazioni logistiche

26 luglio 2016

News dall’EXPO: le eccellenze della Valdera protagoniste a Settembre

24 luglio 2015

La Digital Transformation nelle aziende italiane

30 marzo 2015